Cos’è il DID? Scopriamo oggi questo innovativo metodo di potatura biologica

Cos’è il DID? Scopriamo oggi questo innovativo metodo di potatura biologica

Potatura

La DID (Double Immediate Disinfection) è una tecnica di potatura e sterilizzazione-cicatrizzazione che ha creato il Dott.Prisa  e che  sta sperimentando da un pò di tempo in alcune aziende che segue.

Ovviamente nasce per agricoltura Micronaturale® (quindi non utilizzando prodotti di sintesi), ma può essere applicata anche in agricoltura biologica e convenzionale, associando i comuni prodotti di difesa.

Consta delle seguenti fasi:

– una prima pre-disinfezione e protezione dei tessuti vegetali spruzzando i rami e le foglie con film protettivi (zeolitite a chabasite micronizzata, azione di barriera meccanica-protettiva) e microrganismi (antagonisti e colonizzatori delle superfici); per migliorare le prestazioni si consiglia di aggiungere estratti vegetali derivati dagli agrumi + equiseto, con azione antifungina.

– dopo 2 giorni dal trattamento di prima disinfezione, procedere con la potatura dell’albero o dell’arbusto;

– appena possibile (non far passare troppo tempo perché i patogeni potrebbero penetrare all’interno della pianta dalle ferite create) effettuare un secondo trattamento con film protettivi di zeolitite a chabasite attivata e microrganismi (antagonisti e colonizzatori delle superfici); per migliorare le prestazioni si consiglia di aggiungere estratti vegetali (estratto di aloe + manuka con azione antifungina, antibatterica, antivirale e cicatrizzante). Scopo del secondo trattamento è ovviamente quello di disinfettare le zone di taglio, occupare i siti d’infezione, facilitare la cicatrizzazione delle ferite.

Questa modalità di intervento garantisce:

– una migliore disinfezione-cicatrizzazione delle ferite;
– una riduzione significativa del possibile sviluppo e contagio di funghi, virus o batteri che penetrano dalle zone di taglio;
– un’ ottimizzazione dei tempi ed un miglioramento della protezione delle zone di taglio, che rimangono meno esposte agli agenti biotici e abiotici esterni, grazie al secondo trattamento di disinfezione-cicatrizzazione immediato.

 

DOSAGGIO DELLA ZEOLITITE A CHABASITE (sono indicati solo i quantitativi di chabasite a cui poi è possibile associare i comuni prodotti fitosanitari)

1° trattamento (pre-disinfezione) 3 Kg/ha di zem70 in forma liquida;

Entro 2 giorni dal trattamento procedere con la potatura;

2° trattamento (disinfezione-cicatrizzazione) 5 kg/ha di zem70 in forma liquida;

In biologico associare alla zeolitite a chabasite, 400g/ha di rame e 2.5 kg/ha di zolfo