La zeolitite ZEM70 contro la crisi della castagna in Campania

La zeolitite ZEM70 contro la crisi della castagna in Campania

Da qualche anno il comparto castanicolo della regione Campania sta attraversando un periodo di profonda crisi. Già falcidiati dal temibile insetto cinipide galligeno (Dryocosmus kuriphilus) che ha contribuito ad un grosso ridimensionamento della produttività del comparto, recentemente i castagneti campani hanno subito un forte attacco di funghi parassiti e cidie,  facendo crollare la produttività regionale ad un 20-30% rispetto al potenziale massimo – secondo stime di Cia Campania.

Come riportato da ItaliaFruit News, la Regione Campania ha deciso di aprire un tavolo di dibattito su questo tema diventato ormai di fondamentale importanza; la svolta principale riguarderà la riclassificazione dal punto di vista giuridico dei castagneti, che passeranno dall’essere trattati come aree boschive ad essere considerati frutteti a tutti gli effetti. Questo cambiamento permetterà così di rivedere i disciplinari regionali per la creazione di protocolli contenenti le linee guida base per la difesa biologica e integrata dei castagneti.

Nell’ottica di questi nuovi protocolli che prenderanno presto piede, noi di Balco GreenLine consigliamo un trattamento a base di zeolitite ZEM70, molto utile soprattuto contro lo sviluppo delle malattie fungine grazie all’alta ritenzione idrica del minerale zeolitico; considerando la superficie molto liscia della castagna e le dimensioni della pianta, consigliamo di trattare utilizzando 12 kg per ettaro di zeolitite ZEM70 in soluzione liquida.